Think4Food Academy

Think4Food Academy è la community che mette in connessione le imprese cooperative della filiera agroalimentare con il mondo della ricerca universitaria. Abbiamo organizzato un ciclo di talk online per presentare alle imprese progetti di ricerca per l’innovazione e lo sviluppo sostenibile in campo agroalimentare.

Mercoledì 16 settembre 2020 – ore 17-19

Eco-Design: Il fine vita dei prodotti come opportunità

Cosa succede quando un prodotto giunge alla fine del suo ciclo di vita? Perché è fondamentale pensare in anticipo alla modalità di smaltimento e alle nuove opportunità che possono nascere dal corretto design di un prodotto o di un processo?

Il settore agroalimentare sta attraversando una grande rivoluzione e l’UE crede che l’innovazione e la ricerca siano le soluzioni più efficaci per creare un modello sostenibile per il futuro. In questo incontro scopriremo insieme ai nostri ospiti Cristian Torri e Augusto Bianchini le ultime novità sviluppate internamente all’Università di Bologna per velocizzare questa transizione.

L’incontro sarà moderato da Giacomo Venezia (Almacube) e si svolgerà online.

Per partecipare è necessario registrarsi a questo link: https://bit.ly/2Dnc78a

Una volta registrato/a riceverai via mail il link di Google Meet per partecipare all’incontro.

Ospiti dell’incontro saranno:

  • Cristian Torri – Progetto B-PLAS

Cristian Torri è Ricercatore presso il dipartimento di chimica dell’Università di Bologna.

B-PLAS smaltisce fanghi di depurazione (derivanti dal settore idrico, food&beverage e di gestione dei rifiuti) convertendoli in bioplastica biologica e biodegradabile, adatta per imballaggi, articoli monouso e stampa 3D.

  • Augusto Bianchini – Progetto TAILOR

Augusto Bianchini è Professore aggregato all’Università di Bologna dal 2011 e ricercatore nell’ambito dell’impiantistica Industriale Meccanica.

TAYLOR è un progetto innovativo di ricerca che rivede le attuali modalità di gestione packaging plastico utilizzato nella filiera agro-alimentare dell’ER.

Venerdì 18 settembre 2020 – ore 17-19

Le nuove forme del packaging

Quanti rifiuti vengono prodotti ogni giorno? Il trend degli ultimi anni mette in luce come le grandi aziende più impattanti in termini di rifiuti come Unilever, Danone, Coca-Cola abbiano a cuore queste tematiche e investano ogni anno milioni di dollari per innovare il packaging dei propri prodotti e diminuire i rifiuti generati. L’obiettivo è quello di mantenere e migliorare la qualità, riducendo la quantità di materiale utilizzato, di energia necessaria alla produzione e di impatto ambientale.

Come si evince dal Green Deal Europeo, la necessità di adattamento rapido a un modello più sostenibile ha generato una forte spinta all’innovazione e alla ricerca nel settore del packaging.

In questo incontro scopriremo insieme ai nostri ospiti Stefania Rapino e Enrico Buscaroli alcune delle soluzioni più innovative nell’ambito del packaging sviluppate internamente all’Università di Bologna.

L’incontro sarà moderato da Giacomo Venezia (Almacube) e si svolgerà online.

Per partecipare è necessario registrarsi a questo link: https://bit.ly/31QrGi7

Una volta registrato/a riceverai via mail il link di Google Meet per partecipare all’incontro.

Ospiti dell’incontro saranno:

  • Stefania Rapino – INSIMILI

Stefania Rapino è Professoressa associata presso il Dipartimento di Chimica dell’Università di Bologna.

InSimili ha brevettato un dispositivo che permette di mimare l’ambiente chimico presente nel corpo umano superando le limitazioni dei modelli di sperimentazione tradizionali in vitro e in vivo. Il prodotto è direttamente integrabile nelle comuni plastiche di laboratorio, consentendo un’implementazione immediata da parte di aziende e istituti di ricerca.

  • Enrico Buscaroli – Re-PAPER

Enrico Buscaroli è Assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell’Università di Bologna.

Re-PAPER è una tecnologia innovativa per produrre carta e cartoncino riciclati ad alta sicurezza alimentare e a basso costo.

Lunedì 21 settembre 2020 – ore 17-19

Filiera circolare: connettere la sostenibilità

Take-make-waste: la logica classica del processo produttivo considera le materie prime come infinite e gli scarti come un costo aggiuntivo. È solo recentemente che le grandi istituzioni e le aziende stesse si stanno orientando verso processi produttivi più circolari, sperimentando i benefici di integrare lungo tutta la catena del valore processi più complementari e orientati alla logica del Reduce-Reuse-Recycle.

È in quest’ottica che la filiera, soprattutto in campo agroalimentare, acquisisce un significato profondo, in cui tutti i suoi attori si trovano a collaborare verso un obiettivo comune di economia circolare e di sostenibilità ambientale.

In questo incontro scopriremo insieme ai nostri ospiti Fabio De Menna e Maurizio Menegon le ultime novità sviluppate internamente all’Università di Bologna per velocizzare questa collaborazione.

L’incontro sarà moderato da Giacomo Venezia (Almacube) e si svolgerà online.

Per partecipare è necessario registrarsi a questo link: https://bit.ly/2QNjxo8

Una volta registrato/a riceverai via mail il link di Google Meet per partecipare all’incontro.

Ospiti dell’incontro saranno:

  • Fabio De Menna – piattaforma Farm2fork

Fabio De Menna è ricercatore presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell’Università di Bologna.

Farm2fork è un HUB digitale per il cibo sostenibile di prossimità che connette e offre servizi a produttori, consumatori, ristoratori, food savers che credono in una filiera alimentare sostenibile.

  • Maurizio Menegon – Trebo

Maurizio Menegon è studente di psicologia presso l’Università di Bologna e aspirante imprenditore.

Trebo è una startup innovativa che recupera le trebbie della birra esaltandone le grandi proprietà nutritive che ogni anno vengono perse. Attraverso tecnologie innovative, dalla lavorazione delle trebbie possono produrre food, bioplastiche e carta

X
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy & Cookie policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all'uso dei cookie. Ho capito ed acconsento all'uso dei cookie