Social Media Magazine

Think4Food è il progetto che mette in connessione le imprese cooperative con start up, ricercatori universitari e studenti che hanno un’idea innovativa per lo sviluppo sostenibile in campo agroalimentare. Quella dei food innovators è una grande community in continuo fermento, ricca di idee e progetti stimolanti.

Per facilitare le connessioni all’interno di questa vasta community abbiamo creato un social media magazine, un nuovo strumento di comunicazione multi-canale per raccontare e condividere le eccellenze italiane e internazionali. Il social media magazine di Think4Food copre i temi dello sviluppo sostenibile su tutta la filiera agroalimentare: dalla produzione alla distribuzione, dal packaging alla somministrazione, dall’agricoltura sociale all’educazione al consumo consapevole. Il filo conduttore sono le idee e i progetti che possono contribuire al raggiungimento di uno o più dei 17 Sustainable Development Goals dell’Agenda ONU 2030.

Se volete essere aggiornati su tendenze, buone pratiche ed esperienze innovative per lo sviluppo sostenibile in campo agroalimentare potete seguire Think4Food sui vostri social media preferiti o direttamente su questo sito.

Vodka prodotta con il grano di Chernobyl, sicura e sostenibile

Una vodka artigianale prodotta con cereali coltivati all’interno della zona radioattiva di Chernobyl: si chiama Atomik e a produrla è la Chernobyl Spirit Company. Al momento ne esiste una sola bottiglia, ma non è in vendita. Frutto di uno studio condotto da alcuni scienziati di università inglesi ed ucraine, al contrario di

Read More

Dalla canapa e dai pomodori nascono oggetti sostenibili stampati in 3D

Sfruttare gli scarti delle filiere agricole per realizzare qualsiasi cosa si possa stampare con la tecnologia della stampa in 3D, dall’abbigliamento all’arredamento, dal packaging ai giocattoli. È l’idea della startup siciliana Kanèsis che ha voluto rendere più sostenibili i processi produttivi industriali. Come? Cominciando dal gambo della pianta della canapa che, avendo un elevata concentrazione di cellulosa,

Read More

Pigmento, la startup che trasforma frutta e verdura in coloranti naturali

Bucce di cipolle, bacche di Sambuco, fondi di caffè e mosto di Aglianico: sono solo alcune delle materie prime utilizzate per la produzione di coloranti naturali prodotti della startup lucana Pigmento fondata da Miriam Mastromartino quando, nel 2016, in seguito alla reazione allergica causata da un colorante sintetico contenuto nei

Read More

Con Hexagro l'orto entra in ufficio

Con “Hexagro” l’orto entra in ufficio

«Riconnettere le persone alla natura attraverso un agricoltura verticale». È l’obiettivo primario della startup “Hexagro” che ha deciso di aiutare chi vive il 90 per cento del suo tempo in spazi interni portando un orto direttamente negli uffici. Come si legge sul sito dell’azienda, «bastano quaranta secondi di interazione con

Read More

L’orto in un metro quadrato, l’idea di Capovolti

Un orto sollevato all’interno di un contenitore quadrato di legno diviso in 9 quadrati che producono fino a 9 ortaggi diversi, tutto in circa un metro quadrato e mezzo, compresi gli spazi per girarci attorno. Stiamo parlando di “Ortoquadrato”, un progetto di agricoltura sociale realizzato nel 2016 dalla Fattoria e

Read More

Wami, l’acqua sostenibile che porta l’acqua in Africa

Un mondo in cui tutte le persone abbiano uguale accesso alle risorse, soprattutto all’acqua. È il sogno che cercano di realizzare i fondatori di Wami: Water with a mission, un’azienda milanese che realizza progetti idrici in villaggi bisognosi dell’Africa. Per ogni bottiglia della loro acqua Wami acquistata, vengono donati 100 litri alle popolazioni che ne hanno bisogno. E con 10mila bottiglie vendute, l’azienda

Read More

X
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy & Cookie policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all'uso dei cookie. Ho capito ed acconsento all'uso dei cookie